Il primo Bilancio UE post Brexit e' dedicato alla ripresa dal Covid-19

Commissario Hahn - Photocredit: European Union, 2020 - Photographer: Claudio CentonzeLa Commissione europea presenta il primo bilancio annuale della programmazione 2021-2027, che è anche il primo dell'UE post Brexit e dell'Esecutivo guidato da Ursula von der Leyen. A integrarlo, ci saranno i finanziamenti per la ripresa dalla crisi del Covid-19 raccolti sotto il Next Generation EU.

Bilancio UE: 1.850 miliardi per QFP 2021-2027 e Recovery Plan

Il bilancio UE 2021 proposto dalla Commissione vale 116,7 miliardi, a titolo del Quadro finanziario pluriennale, da integrare con 211 miliardi di euro in sovvenzioni e circa 133 miliardi di euro in prestiti nell'ambito di Next Generation EU, il Recovery fund temporaneo proposto da Bruxelles per sostenere la ripresa dalla crisi dovuta al Coronavirus.

Cosa prevede il progetto di bilancio UE 2021

Obiettivo del progetto di bilancio 2021, supportato dalle sovvenzioni e dai prestiti di Next Generation EU, è indirizzare i fondi dove possono fare la differenza, in linea con le esigenze di ripresa degli Stati membri dell'UE. Allo stesso tempo, la proposta della Commissione riflette le ambizioni per una transizione dell'economia in direzione verde e digitale, creando posti di lavoro e mira a rafforzando il ruolo dell'Europa nel mondo.

A tal fine, la Commissione propone di assegnare:

  • 1,34 miliardi di euro al programma Europa digitale, Digital Europe;
  • 3 miliardi di euro al meccanismo per collegare l'Europa, Connecting Europe Facility;
  • 575 milioni di euro al programma per il mercato unico,
  • 36,2 milioni di euro e 127 milioni di euro, rispettivamente, per i programmi di sostegno alla cooperazione in materia fiscale e doganale;
  • 2,89 miliardi di euro per Erasmus Plus;
  • 306 milioni di euro per Europa creativa;
  • 1,1 miliardi per il Fondo Asilo e migrazione (FAMI);
  • 1 miliardo per il Fondo integrato di gestione delle frontiere esterne;
  • 55,2 miliardi di euro per la Politica agricola comune (PAC);
  • 813 milioni di euro per il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP);
  • 228 milioni di euro per il Fondo sicurezza interna;
  • 1,05 milioni di euro per il Fondo europeo per la difesa;
  • 1,9 miliardi di euro per l'assistenza preadesione.

Inoltre, gran parte dei fondi andrà alle azioni prioritarie identificate in relazione a Next Generation EU, tra cui:

  • 131,5 miliardi di euro di prestiti e circa 133 miliardi di euro di sovvenzioni nell'ambito del Recovery and Resilience Facility,
  • 17,3 miliardi di euro per Horizon Europe, di cui 5 miliardi di euro nell'ambito di Next Generation EU;
  • 10,13 miliardi per InvestEU,
  • 8,28 miliardi per lo strumento di sostegno alla solvibilità,
  • 47,15 miliardi di euro per la Politica di coesione, da integrare con 42,45 miliardi di euro nell'ambito di React EU;
  • 9,47 miliardi per il Just Transition Fund, di cui 7,96 miliardi nell'ambito di Next Generation EU;
  • 619 milioni di euro per RescEU, il meccanismo di protezione civile dell'Unione,
  • 1,19 miliardi di euro per EU4Health, di cui 1,17 miliardi da Next Generation EU;
  • 15,36 miliardi per lo strumento di vicinato, sviluppo e cooperazione internazionale (NDICI), di cui 3,29 miliardi nell'ambito di Next Generation EU;
  • 2,8 miliardi di euro per gli aiuti umanitari, di cui 1,3 miliardi di euro nell'ambito di Next Generation EU.

L'adozione del progetto di bilancio 2021 dipenderà dall'esito del negoziato sul QFP 2021-2027 e sul Recovery fund tra gli Stati membri e tra Consiglio e Parlamento UE, in base al quale potrà essere rettificato dalla Commissione. Un esempio di quanto è urgente raggiungere un compromesso, per non bloccare il flusso di finanziamenti verso cittadini, aziende e regioni che hanno bisogno del contributo dei fondi UE per superare la crisi e ad emergere più forti di prima, ha sottolineato il commissario responsabile del bilancio dell'UE, Johannes Hahn.

Per approfondire: Come si finanziano il Recovery Fund e Bilancio UE 2021-27

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.