Bruxelles lancia una consultazione pubblica sul futuro delle aree rurali

Aree rurali - Photo credit: Foto di Free-Photos da Pixabay C'è tempo fino al 30 novembre per partecipare alla consultazione pubblica lanciata dalla Commissione europea in vista della sua nuova iniziativa su una visione strategica a lungo termine per le zone rurali.

Farm to fork: cosa ne pensano le organizzazioni agricole e ambientaliste

Obiettivo della consultazione è raccogliere opinioni sulle attuali opportunità e sulle sfide relative alle zone rurali, insieme ad indicazioni e suggerimenti sulle azioni necessarie per dare seguito alle ambizioni dell'Unione tracciate nel quadro del Green new deal.

“Le zone rurali devono spesso affrontare sfide come la lontananza, la mancanza di connettività e i servizi limitati. Ma sono anche piene di potenzialità e opportunità, con una qualità di vita unica e un ruolo speciale da svolgere nella transizione verso un'Europa verde, digitale e sostenibile”, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione UE Dubravka Šuica, responsabile per la democrazia e la demografia.

“Il prossimo anno, sulla base di questa consultazione, presenteremo una visione di lungo termine per le zone rurali per aiutarle ad affrontare queste sfide e renderle attraenti e vivaci”, ha aggiunto.

Agricoltura biologica: al via la consultazione sul piano d'azione UE

Quali sono i temi della consultazione sulle aree rurali

Obiettivo dell'iniziativa è definire una visione strategica per il futuro delle aree rurali da qui al 2040, soprattutto con riferimento alle soluzioni per sfide cruciali, quali:

  • cambiamento demografico
  • connettività
  • bassi livelli di reddito
  • accesso limitato ai servizi.

La Commissione intende quindi anzitutto valutare com'è attualmente la vita nelle aree rurali dell'Europa e tracciare una mappa di ciò che è fondamentale per la loro prosperità, raccogliendo la percezione e le opinioni degli europei in relazione a una serie di interrogativi:

  • quali le esigenze delle zone rurali oggi?
  • cosa rende le zone rurali attraenti?
  • quali opportunità possono determinare il futuro delle zone rurali?
  • quale governance nelle zone rurali?

Il questionario, che comprende anche una serie facoltativa di domande sulla Politica agricola comune (PAC) e lo sviluppo territoriale, rimarrà online fino al 30 novembre 2020.

Per rendere il più ampio possibile il dibattito sul ruolo che le zone rurali devono svolgere nel futuro della nostra società, possono rispondere al sondaggio tutti i soggetti interessati: dal settore agroalimentare alle piccole imprese agricole, dai rappresentanti di Stati membri e autorità regionali e locali alle ONG e alle organizzazioni della società civile, ma anche gli accademici, tutti i consumatori e in particolare i giovani che vivono nelle aree rurali.

> Per approfondire: Quanto vale la rigenerazione dei comuni montani

Partecipa alla consultazione pubblica sul futuro delle aree rurali

Photo credit: Foto di Free-Photos da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.