Lazio: Complemento Regionale di Sviluppo Rurale (CSR) - Piano Strategico Nazionale PAC (PSP) 2023-2027

Foto di AlkeMade da Pixabay Complemento di programmazione per lo sviluppo rurale del Programma strategico della PAC 2023-2027 della Regione Lazio.

Il Complemento di programmazione per lo Sviluppo Rurale (CSR) del Lazio è un documento regionale attuativo della strategia nazionale contenuta nel Piano Strategico della PAC (PSP) 2023-2027 approvato dalla Commissione europea.

Il CSR non assume nuove scelte rispetto al PSP bensì riporta le indicazioni di come la strategia nazionale viene declinata a livello regionale, evidenziando gli interventi dello sviluppo rurale attivati e la specificità delle scelte che ne caratterizzano l’attuazione.

Obiettivi

Il quadro normativo europeo della PAC si concentra su tre obiettivi generali e nove obiettivi specifici, su cui i paesi dell'UE elaborano i piani strategici della PAC:

  • Obiettivo generale 1 - Promuovere un settore agricolo intelligente, resiliente e diversificato che garantisca la sicurezza alimentare
    • OS1: Garanzia di reddito equo;
    • OS2: Aumento competitività;
    • OS3: Riequilibrio distribuzione potere in filiera agroalimentare.
  • Obiettivo generale 2 - Rafforzare la tutela dell’ambiente e l’azione per il clima e contribuire al raggiungimento degli obiettivi in materia di ambiente e clima dell’Unione
    • OS4: Azioni per cambiamenti climatici;
    • OS5: Tutela paesaggio e biodiversità;
    • OS6: Tutela ambiente.
  • Obiettivo generale 3 - Rafforzare il tessuto socioeconomico delle aree rurali
    • OS7: Sostegno al ricambio generazionale
    • OS8: Aree rurali dinamiche
    • OS9: Protezione della qualità dell'alimentazione e salute 

Gli obiettivi sono integrati dall’obiettivo trasversale di ammodernamento del settore, che prevede la promozione e la condivisione di conoscenze, innovazioni e processi di digitalizzazione nell’agricoltura e nelle aree rurali, incoraggiandone l’utilizzo:

  • Obiettivo trasversale OG AKIS - Promozione e condivisione della conoscenza, dell'innovazione e della digitalizzazione in agricoltura e nelle aree rurali e incoraggiamento della loro diffusione (AKIS).

Gli elementi caratterizzanti il Complemento regionale per lo Sviluppo Rurale (CSR) del Lazio 2023-2027 per quanto riguarda gli interventi di sviluppo rurale a livello regionale sono di seguito descritti:

  • Transizione ecologica: il Lazio si pone l’obiettivo di divenire una delle regioni leader italiane nel portare avanti il processo di transizione ecologica in agricoltura e nel migliorare le prestazioni del settore in termini di sostenibilità e di impatto sulle risorse naturali;
  • Competitività e sostenibilità delle imprese: le misure a investimento a favore della filiera agro-alimentare, tra le quali spiccano gli investimenti produttivi agricoli per la competitività delle aziende del settore primario e gli investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, hanno la finalità di rafforzare il tessuto delle imprese attive sul territorio regionale, favorendo la competitività e la modernizzazione delle imprese agricole e il rilancio delle imprese che operano nelle fasi a valle della filiera alimentare;
  • Imprenditoria femminile e ricambio generazionale: il Lazio ha deciso di privilegiare la misura dell’insediamento dei giovani agricoltori e dell’avvio di nuove imprese rurali, promuovendo la parità di genere e incentivando la presenza delle donne imprenditrici nel sistema alimentare regionale;
  • Benessere degli animali: l’obiettivo è di consentire alle diverse forme di zootecnia attive sul territorio (bovini da latte, bufalini, allevamenti ovini e caprini, bovini da carne allevati con tecniche estensive) di attuare le migliori strategie che garantiscano elevati standard di salute e di benessere degli animali e, nello stesso tempo, di promuovere un percorso verso la competitività, rispondendo alle esigenze sempre più diffuse dei consumatori, la cui domanda risulta sempre più orientata verso la qualità e la sostenibilità;
  • Aree svantaggiate: questi interventi vanno ad agire sull’esigenza di mantenere un sistema agricolo vitale sull’intero territorio regionale, comprese le aree dove ci sono svantaggi naturali (montagna) o dovuti a situazioni territoriali specifiche (zone agricole Natura 2000);
  • Sistema della conoscenza e dell’innovazione: la Regione intende favorire l’innovazione e lo scambio di conoscenze nel settore agro-alimentare, privilegiando alcune tematiche di riferimento, come la sostenibilità dei processi produttivi in agricoltura e nell’industria alimentare, lo sviluppo della conoscenza sui sistemi di gestione del rischio, il miglioramento delle condizioni competitive delle imprese, anche ricorrendo all’aggregazione, alla concentrazione dell’offerta, alla promozione, all’internazionalizzazione e allo sviluppo della filiera corta;
  • Strategie di sviluppo rurale nelle aree LEADER: la programmazione dell’approccio LEADER segna una discontinuità rispetto al passato, con la caratteristica di includere tutti i territori rurali presenti a livello regionale, riducendo la conflittualità ed incentivando la cooperazione tra i gruppi di azione locale;
  • Semplificazione e governance: l’obiettivo trasversale della PAC di semplificare l’attuazione è stato considerato dalla Regione Lazio durante la fase di programmazione, con la scelta di limitare il numero degli interventi attivati e di declinare la loro impostazione in maniera chiara, trasparente e facilmente comprensibile: la semplificazione infatti sarà garantita nella fase di gestione degli interventi, con bandi di agevole comprensione, procedure standardizzate, con l’utilizzo dei sistemi digitali e ricorrendo per quanto possibile alla dematerializzazione.

Interventi

Il quadro strategico regionale  del Complemento regionale per lo Sviluppo Rurale (CSR) del Lazio 2023-2027 si compone di 35 interventi di sviluppo rurale (compresi i 5 interventi di Assistenza Tecnica) dei 78 previsti dal PSP della PAC:

  • SRA01 - ACA 1 - produzione integrata
  • SRA02 - ACA 2 - impegni specifici uso sostenibile dell'acqua
  • SRA03 - ACA 3 - tecniche di lavorazione ridotta dei suoli
  • SRA14 - ACA14 - allevatori custodi dell'agrobiodiversità
  • SRA15 - ACA15 - agricoltori custodi dell'agrobiodiversità
  • SRA16 - ACA16 - conservazione agrobiodiversità - banche del germoplasma
  • SRA24 - ACA24 - pratiche agricoltura di precisione
  • SRA29 - pagamento al fine di adottare e mantenere pratiche e metodi di produzione biologica
  • SRA30 - benessere animale
  • SRB01 - sostegno zone con svantaggi naturali montagna
  • SRC01 - pagamento compensativo zone agricole natura 2000
  • SRD01 - investimenti produttivi agricoli per la competitività delle aziende agricole
  • SRD02 - investimenti produttivi agricoli per ambiente, clima e benessere animale
  • SRD03 - Investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione in attività non agricole
  • SRD04 - investimenti non produttivi agricoli con finalità ambientale
  • SRD06 - investimenti per la prevenzione ed il ripristino del potenziale produttivo agricolo
  • SRD07 - Investimenti in infrastrutture per l'agricoltura e per lo sviluppo socioeconomico delle aree rurali (Azioni attuate nell’ambito delle Strategie di Sviluppo Locale LEADER SRG06)
  • SRD09 - Investimenti non produttivi nelle aree rurali (Azioni attuate nell’ambito delle Strategie di Sviluppo Locale LEADER SRG06)
  • SRD11 - investimenti non produttivi forestali
  • SRD12 - investimenti per la prevenzione ed il ripristino danni foreste
  • SRD13 - investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli
  • SRD14 -Investimenti produttivi non agricoli in aree rurali (Azioni attuate nell’ambito delle Strategie di Sviluppo Locale LEADER SRG06)
  • SRD15 - investimenti produttivi forestali
  • SRE01 - insediamento giovani agricoltori
  • SRE04 - start up non agricole
  • SRG01 - Sostegno gruppi operativi PEI AGRI
  • SRG02 - costituzione organizzazioni di produttori
  • SRG03 - partecipazione a regimi di qualità
  • SRG05 - supporto preparatorio LEADER- sostegno alla preparazione delle strategie di sviluppo rurale
  • SRG06 - LEADER - attuazione strategie di sviluppo locale
  • SRG07 - Cooperazione per lo sviluppo rurale, locale e smart villages (Azioni attuate nell’ambito delle Strategie di Sviluppo Locale LEADER SRG06)
  • SRG10 - promozione dei prodotti di qualità
  • SRH01 - Erogazione servizi di consulenza
  • SRH03 - Formazione degli imprenditori agricoli, degli addetti alle imprese operanti nei settori agricoltura, zootecnia, industrie alimentari, e degli altri soggetti privati e pubblici funzionali allo sviluppo delle aree rurali
  • SRH04 - Azioni di informazione

Budget

Il Complemento di programmazione per lo sviluppo rurale del Programma strategico della PAC 2023-2027 della Regione Lazio prevede una dotazione finanziaria pubblica complessiva di 602.555.924 euro, di cui 245.240.261 euro di quota FEASR e 357.315.663 euro di cofinanziamento nazionale e regionale.

Link

Regione Lazio

Pubblicato
19 Jan 2023
Ambito
Regionale
Settori
Agricoltura, Agroalimentare
Stanziamento
€ 602 555 924
Finalita'
Ammodernamento, Digitalizzazione, Diversificazione, Formazione, Innovazione, Internazionalizzazione, Miglioramento competitività, Sviluppo, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Lazio
Tags
PSP, FEASR