Il Rapporto Draghi sulla competitività: serve un’UE adatta al mondo di oggi e di domani

Photocredit: European Union, 2022 | Photographer: Christophe LicoppeUso più efficace delle economie di scala a livello UE, maggiori finanziamenti per i beni pubblici anche grazie ai capitali privati e urgenza di rafforzare la fornitura di risorse e input essenziali. Sono questi i tre filoni su cui si dipana il Rapporto Draghi sulla competitività commissionato dall'Esecutivo UE europea e che l’ex premier italiano, Mario Draghi, ha annunciato ieri in Belgio. Alla base vi è la presa di consapevolezza di un mondo cambiato velocemente e profondamente negli ultimi anni e che richiede un altrettanto veloce e profondo cambiamento da parte dell’Unione, se si vuole assicurare la competitività dei suoi Paesi membri.

Il dibattito sul futuro della Politica di Coesione

Politica di Coesione: al palo la spesa dei fondi europei 2021-2027

Fondi europei - Photo credit:Foto di Alexander Jungmann da Pixabay Vittima dei tempi lunghi di avvio che caratterizzano ogni nuova programmazione dei fondi europei, e in più schiacciata tra la chiusura del ciclo 2014-2020 e l'attuazione del PNRR, la Politica di Coesione 2021-2027 fatica a decollare. Al 31 dicembre 2023 le risorse impegnate si fermano, in base ai dati forniti dalla relazione allagata al DEF 2024, al 6,5% della dotazione complessiva.

DEF 2024: pubblicato il testo del Documento economia e finanza

Private debt: nel 2023 cresce la raccolta, in lieve calo gli investimenti

Private debt dati - Foto di Lukas da PexelsNonostante le difficoltà del contesto macroeconomico, si registra una sostanziale stabilità del mercato con il calo degli investimenti, una raccolta ancora in aumento e la costante rilevanza del ruolo dei fondi istituzionali. È quanto emerge, in estrema sintesi, dalla presentazione dei dati 2023 sul mercato italiano del private debt, realizzata da AIFI, in collaborazione con CDP e Deloitte.

Venture capital, calo degli investimenti in startup nel 2023

PNIEC: migliorare bonus edilizi, certificati bianchi e conto termico. Le proposte degli stakeholder

Photo credit: - Source: Pixabay, 2016Riordino del sistema degli incentivi, superamento del superbonus e l’adattamento delle politiche attuali coerentemente agli obiettivi di risparmio energetico. Sono alcune delle proposte avanzate dalle associazioni coinvolte alle audizioni parlamentari sul PNIEC per migliorare e accelerare gli interventi nazionali di efficientamento energetico.

Il nuovo PNIEC, il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima

Cohesion Forum: i nodi chiave del dibattito sul futuro della Politica di Coesione

Credit: © European Union 2023 - Photographer: Christophe LicoppeLa Politica di Coesione è “la promessa che tutti gli europei sono uguali” e “speranza trasformata in azione”. Queste le parole della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e della commissaria alla Coesione e alle Riforme, Elisa Ferreira, in apertura della nona edizione del Cohesion Forum, un appuntamento chiave per discutere del futuro dei fondi strutturali europei post 2027 e di come la Politica di Coesione dovrà cambiare, anche alla luce dell'esperienza PNRR, per diventare più efficace. Le questioni al centro del dibattito.

Bruxelles pubblica la nona relazione sulla Politica di Coesione

Detrazioni e agevolazioni fiscali: in aumento negli ultimi anni e sbilanciate a favore dei redditi alti

Foto di Yan Krukau da PexelsTra il 2018 e il 2024 il numero delle agevolazioni fiscali è cresciuto di un terzo, passando da 466 a 625. La conseguenza è stato il raddoppio della perdita di gettito complessiva che è passata da 54 a 105 miliardi. Sono aumentati in particolare i regimi speciali e le esenzioni ed è stato eccezionale l’incremento dei crediti di imposta (soprattutto quelli edilizi). Meno significativa l'incidenza delle detrazioni dall’Irpef per oneri ed erogazioni liberali sul totale delle tax expenditures (circa il 6%), anche se è importante sottolineare come nel complesso si tratti di detrazioni concentrate sui contribuenti più ricchi.

Cosa prevede la riforma degli incentivi alle imprese

Al via un nuovo bando a cascata del progetto ANTHEM per la medicina del futuro

Foto di Edward Jenner da PexelsOltre al PNRR, anche il Piano nazionale per gli investimenti complementari (PNC) ha finanziato iniziative di ricerca e innovazione che hanno dato luogo a progetti chiamati, a loro volta, ad attivare iniziative di cascade funding. Tra questi figura ANTHEM, un progetto da 123 milioni di euro che in questi giorni ha pubblicato un nuovo bando a cascata con l’obiettivo di finanziare progetti di imprese e organismi di ricerca capaci di potenziare il ruolo delle tecnologie abilitanti in ambito sanitario così da migliorare diagnosi, monitoraggio e cure. 

Farmaci: aperte le adesioni all’Alleanza sui medicinali critici

DL PNRR quater: i rilievi della Corte dei Conti su sanità e trasparenza

Foto di Lukas da PexelsLa Corte dei Conti ha pubblicato una memoria che esamina il decreto PNRR quater, il provvedimento normativo volto a disciplinare la nuova struttura del PNRR dopo la revisione concordata con l’UE, nonché a trovare le coperture necessarie a finanziare sia i nuovi progetti PNRR, sia quelli usciti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Decreto PNRR quater: Fitto difende il DL 19/2024, ma restano criticità sulle coperture

Cosa dice la quarta relazione della Corte dei Conti sullo stato di attuazione del PNRR?

Foto di Lukas da PexelsLa Corte dei Conti torna sul PNRR, pubblicando la nuova relazione sullo stato di avanzamento del Piano. Al centro dell’analisi dei magistrati contabili, effettuata nel corso del secondo semestre dell’anno scorso, vi sono stati gli interventi realizzati al 31 dicembre 2023. Ciò che emerge è un Piano sostanzialmente al pari per quanto concerne gli atti amministrativi previsti, ma sul quale grava l’ipoteca dello scostamento della spesa sostenuta rispetto a quella attesa.

PNRR: relazione sullo stato di attuazione, spesi 45,6 miliardi sui 101,93 ricevuti

Revisione PNRR: ANCI soddisfatta del decreto PNRR quater

Foto di Pixabay da PexelsCon la pubblicazione in questi giorni del DL 19/2024 che fa luce sulla revisione del PNRR e sulla rimodulazione di molti interventi, i Comuni esprimono soddisfazione sul testo licenziato dal Governo, sia per quanto concerne le coperture dei progetti stradali dal Piano, che per quel che riguarda le semplificazioni.

Cosa prevede il Decreto PNRR quater (DL 19/2024)?

Come è andato il Piano di lavoro UE per lo sport 2021-2024 e come sarà quello futuro?

Foto di Varun Kulkarni da PixabayUn recente rapporto della Commissione europea sul Piano di lavoro europeo per lo sport 2021-2024 fa il punto sui risultati conseguiti finora da azioni come Erasmus+, individuando al contempo alcune traiettorie di sviluppo che dovrebbero essere inserite anche nel prossimo Piano su cui è al lavoro in questi mesi la presidenza belga dell’UE.

Istituto Credito Sportivo: d'ora in poi l'impatto sociale tra i criteri di finanziamento

Pagina 2 di 138