Anche la Calabria firma l'Accordo di Coesione. Cosa finanziano le risorse FSC 2021-2027

Accordi di Coesione - Photo credit: Palazzo ChigiFinanziato con risorse del Fondo Sviluppo e Coesione per 1 miliardo e 257 milioni di euro (la quota più consistente di risorse FSC finora assegnata), l'Accordo di Coesione della Regione Calabria è il decimo firmato dal Governo, dopo quelli con Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Valle d'Aosta, Veneto.

Ok al Decreto Sud: passano riforma governance FSC e Accordi di Coesione

Come stabilito dal decreto Sud, gli Accordi di Coesione subentrano ai vecchi Piani di Sviluppo e Coesione (PSC) nella programmazione delle risorse FSC assegnate alle amministrazioni centrali e regionali, in sinergia e in complementarietà con i Programmi cofinanziati dai fondi strutturali europei e con il PNRR.

Il nuovo documento programmatorio definisce il quadro delle risorse assegnate a titolo del Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027 ripartito per annualità, gli interventi finanziati (compresi quelli che hanno già ottenuto delle anticipazioni deliberate dal CIPESS), gli impegni delle parti e il cronoprogramma di realizzazione. L'Accordo di Coesione stabilisce anche i principi di gestione, controllo e monitoraggio, per valutare l'efficacia e l'efficienza degli interventi in corso.

Ad oggi sono stati sottoscritti dieci accordi di coesione. Dei primi otto - quelli firmati con Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Valle d'Aosta e Veneto - sono già disponibili i testi. Gli ultimi in ordine di tempo sono quelli con la Regione Abruzzo, siglato il 7 febbraio, e l’accordo con la Regione Calabria, siglato il 16 febbraio.

L’accordo di Coesione della Calabria

La firma dell’accordo per lo sviluppo e la coesione tra il Governo e la Regione Calabria è arrivata il 16 febbraio a Gioia Tauro nel corso di un evento che ha visto la partecipazione della premier Giorgia Meloni, del ministro per gli Affari europei, le Politiche di coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, e del Presidente della Regione, Roberto Occhiuto.

“Con questo accordo mettiamo a disposizione di questo territorio 2 miliardi e 863 milioni di euro”, ha dichiarato Meloni, al lordo dei 300 milioni previsti per il ponte sullo Stretto.

“Però se a queste risorse aggiungiamo quelle che sono state rese disponibili da altre fonti di finanziamento, che sono circa 257 milioni, arriviamo qui con un investimento complessivo di 3 miliardi di euro”.

Risorse che serviranno a finanziare 317 progetti per il territorio. 

Si tratta dell'importo “più consistente finora assegnato, sulla base di priorità progettuali proposte dalla Regione e condivise dal governo”, ha dichiarato il ministro per gli Affari europei, le Politiche di coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto

I progetti sono finalizzati "a innescare un processo virtuoso di crescita strutturale seguendo un cronoprogramma ben preciso, a garanzia del miglior utilizzo possibile delle risorse messe a disposizione". Circa 3 miliardi, ha sottolineato anche Fitto, tra FSC e altre fonti finanziarie.

I progetti previsti andranno a migliorare la rete infrastrutturale viaria, rafforzare il trasporto pubblico locale, prevedere interventi di riqualificazione urbana e di valorizzazione dei porti, garantire una migliore fruibilità dei beni culturali e turistici, oltre che interventi di bonifica e sostenibilità ambientale. 

L'Accordo di Coesione dell'Abruzzo

“Con l’Accordo di oggi assegniamo complessivamente a questo territorio risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione per 1.257 milioni di euro (di cui 91,8 milioni sono stati assegnati come anticipo nel 2021 e altri 5,7 milioni nel corso del 2023)”, ha spiegato il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il PNRR Raffaele Fitto, in occasione della firma dell'Accordo di Coesione tra la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

All'assegnazione FSC, che include anche una quota di 97,9 milioni da destinare al cofinanziamento dei Programmi FESR e FSE 2021-2027, si aggiungono ulteriori risorse a valere su altre fonti finanziarie, per circa 77,3 milioni di euro, per "un volume di investimenti - ha proseguito Fitto - pari a circa 1.334 milioni di euro" per il finanziamento di 189 nuovi progetti. Risorse che la regione Abruzzo intende impiegare per "rafforzare la sua dotazione infrastrutturale sia sulla costa che nelle aree interne per stimolarne il ripopolamento, andando così a sanare antichi squilibri territoriali”, ha sottolineato Fitto.

Per approfondire: FSC 2021-2027, in Gazzetta la delibera CIPESS che assegna 32,4 miliardi alle Regioni

L'Accordo di Coesione dell'Emilia-Romagna

L'Accordo di Coesione dell'Emilia-Romagna, sottoscritto il 17 gennaio in coincidenza con la visita a Forlì della presidente della Commissione europea Ursula vor der Leyen, può contare invece su 588,3 milioni di euro a carico del Fondo Sviluppo e Coesione, cui si aggiungono risorse messe a disposizione da Regioni ed enti locali. 92 in tutto gli interventi previsti, con riferimento a sette ambiti di intervento:

  • Ricerca e innovazione
  • Ambiente e risorse naturali
  • Trasporti e mobilità
  • Riqualificazione Urbana
  • Sociale e Salute
  • Istruzione e Formazione
  • Capacità amministrativa.

Una quota delle risorse FSC, pari a 184,3 milioni di euro, è destinata al cofinanziamento dei Programmi operativi regionali FESR e FSE+ 2021-2027

Accordo di Coesione Regione Emilia-Romagna

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione dell'Emilia-Romagna

L'Accordo di Coesione del Lazio

Le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) assegnate dalla Presidenza del Consiglio alla Regione Lazio ammontano invece a un miliardo e 212,9 milioni di euro, di cui circa 192,2 milioni già attribuiti al Lazio con la delibera CIPESS n. 79 del 22 dicembre 2021. A ciò si aggiunge un cofinanziamento regionale da circa un miliardo, per arrivare a una dotazione totale di 2,2 miliardi.

Sei gli ambiti di interventi dell'Accordo firmato il 27 novembre, cui fanno riferimento i 217 interventi previsti:

  • Competitività delle imprese
  • Energia
  • Ambiente e risorse naturali
  • Cultura o Trasporti e mobilità
  • Riqualificazione Urbana
  • Istruzione e formazione.

Gli investimenti di potenziamento delle reti di trasporto e delle infrastrutture assorbono la maggior parte delle risorse disponibili, soprattutto per quanto riguarda la connettività ferroviaria, in cui rientrano la linea Roma-Civita Castellana-Viterbo e la Roma-Lido.

205,6 milioni di euro è invece la quota di risorse per il cofinanziamento dei PR FESR e FSE+ 21-27.

Accordo di Coesione Regione Lazio

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione del Lazio

L'Accordo di Coesione della Liguria

Quello con la Regione Liguria è stato il primo Accordo di Coesione siglato dal Governo, il 22 settembre scorso. Il documento programma risorse FSC per 265,8 milioni di euro, di cui 35,3 milioni già anticipati dal CIPESS e 230,4 milioni di euro sbloccati con la firma dell'Accordo. A queste si aggiungono risorse PNRR e ulteriori cofinanziamenti pubblici e privati, per un totale di 788,6 milioni di euro.

Gli interventi previsti, 116 in tutto, si riferiscono a 8 ambiti:

  • Digitalizzazione
  • Ambiente e risorse naturali
  • Cultura
  • Trasporti e mobilità
  • Riqualificazione urbana
  • Sociale e salute
  • Istruzione e formazione
  • Capacità amministrativa

e spaziano dal potenziamento dei servizi digitali al contrasto del dissesto idrogeologico, passando per la riqualificazione di teatri storici. 40 milioni di euro sono destinati al cofinanziamento dei Programmi operativi a valere sui fondi strutturali europei.

Accordo di Coesione Regione Liguria

Consulta il documenti sull'Accordo di Coesione della Liguria

L'Accordo di Coesione della Lombardia

Dotazione da oltre 2,2 miliardi per l'Accordo di Coesione della Lombardia, che può contare su 1,2 miliardi di euro di quota FSC, integrati da risorse regionali e altri fondi nazionali per un miliardo e 210,3 milioni.

L'Accordo, firmato il 7 dicembre, prevede complessivamente 17 interventi, che fanno riferimento a cinque ambiti:

  • Trasporti e mobilità
  • Riqualificazione urbana
  • Ricerca e innovazione
  • Istruzione e formazione
  • Capacità amministrativa

mentre 315,6 milioni sono destinati al cofinanziamento della programmazione dei fondi europei 2021-2027.

Accordo di Coesione Regione Lombardia

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione della Lombardia

L'Accordo di Coesione delle Marche

Risale invece al 28 ottobre la firma dell'Accordo di Coesione della Regione Marche, che stanzia 333,6 milioni di euro di risorse FSC, cui si aggiungono altre risorse nazionali attivate, per un totale di 532,5 milioni di euro.

Sette gli ambiti cui fanno i 60 interventi previsti:

  • Trasporti e mobilità
  • Capacità amministrativa
  • Competitività e Imprese
  • Cultura
  • Lavoro e occupabilità
  • Istruzione e Formazone
  • Sociale e Salute

con focus particolare sulle infrastrutture, da quelle stradali mirate a decongestionare il traffico sull’Adriatica e a migliorare i collegamenti con le aree interne, agli investimenti per l'utilizzabilità dei porti.

Accordo di Coesione Regione Marche

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione delle Marche

L'Accordo di Coesione del Piemonte

L'Accordo di Coesione del Piemonte, firmato il 7 dicembre scorso, può contare su 819,5 milioni di quota FSC, che salgono a 865,3 milioni con gli ulteriori cofinanziamenti.

I 44 interventi previsti fanno riferimento a sette ambiti:

  • Competitività Imprese
  • Energia
  • Cultura
  • Trasporti e mobilità
  • Riqualificazione urbana e territoriale
  • Sociale e salute
  • Capacità amministrativa

Tra questi hanno un peso rilevante soprattutto le opere di rigenerazione urbana e le spese di acquisto di nuovi treni per il servizio ferroviario regionale. Per il cofinanziamento dei PR FESR e FSE+ sono accantonati 170 milioni di euro.

Accordo di Coesione Regione Piemonte

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione del Piemonte

L'Accordo di Coesione della Valle d'Aosta

L'ottavo Accordo di Coesione è stato firmato il 31 gennaio dalla Presidenza del Consiglio con la Regione Val D‘Aosta.

"Con l’Accordo di oggi assegniamo complessivamente a questo territorio risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione per circa 37 milioni di euro, di cui poco più di 4 milioni erano stati già assegnati come anticipo nel 2021", ha commentato il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il PNRR, Raffaele Fitto. A questi si aggiunge un cofinanziamento di circa 7 milioni di euro per un totale di circa 44 milioni di euro.

Accordo di Coesione Regione Valle d'Aosta

Le risorse, ha spiegato il ministro, serviranno al finanziamento di 7 progetti, "di cui 3 nuovi di grande strategicità su cui la Regione ha deciso di focalizzarsi, relativi al diritto allo studio per i fuori sede e alla sicurezza degli approvvigionamenti energetici".

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione della Valle d'Aosta

L'Accordo di Coesione del Veneto

Siglato il 24 novembre, l'Accordo di coesione del Veneto può contare su 607,5 milioni di risorse FSC, di cui 69,2 già anticipati dal CIPESS, cui si aggiungono ulteriori risorse pubbliche, sia nazionali che regionali e locali, e apporti privati.

Dal potenziamento delle reti di trasporto alla difesa del territorio e della risorsa idrica sono in tutto 81 gli investimenti previsti, relativi a 9 ambiti di intervento:

  • Digitalizzazione
  • Competitività Imprese
  • Ambiente e Risorse naturali
  • Cultura
  • Trasporti e mobilità
  • Riqualificazione urbana
  • Sociale e salute
  • Istruzione e formazione
  • Capacità amministrativa.

137,5 milioni di euro è la quota destinata al cofinanziamento dei Programmi della Politica di Coesione UE.

Accordo di Coesione Regione Veneto

Consulta i documenti sull'Accordo di Coesione del Veneto