In Gazzetta il decreto Fiscale. Altre 13 settimane di CIG Covid

Andrea Orlando - Photo credit: Palazzo ChigiIn attesa delle misure in materia di lavoro della legge di bilancio 2022, il decreto-legge n. 146-2021, approvato il 15 ottobre dal Consiglio dei Ministri e approdato in Guri il 21 ottobre, rifinanzia la cassa integrazione fino a fine anno per rimandare l'impatto della fine del blocco dei licenziamenti.

Nuove domande Cassa integrazione, i chiarimenti INPS

Il decreto Fiscale prevede infatti ulteriori 13 settimane di cassa integrazione gratuita per sostenere i settori maggiormente colpiti dalle conseguenze della pandemia, tra cui quello delle mense aziendali, che si trovano in stato di particolare criticità e sofferenza.

Con il rifinanziamento della CIG Covid fino al 31 dicembre 2021 il Governo mira a limitare le conseguenze della fine del blocco dei licenziamenti, in scadenza il 31 ottobre per le imprese di piccole dimensioni, per quelle del terziario e dei settori tessile, moda e pelletteria. Le risorse stanziate ammontano a 657,9 milioni di euro per l’anno 2021, ripartito in 304,3 milioni di euro per i trattamenti di assegno ordinario e in 353,6 milioni di euro per i trattamenti di cassa integrazione in deroga.

Oltre alla proroga della cassa integrazione ordinaria e in deroga senza versamento del contributo addizionale per i datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi connessi all’emergenza sanitaria e che hanno esaurito le 28 settimane del decreto-legge n. 41 del 2021, il decreto Fiscale finanzia ulteriori 9 settimane di CIGO per i datori di lavoro dei settori tessile, moda, pelletteria, già destinatari delle 17 settimane previste dal Sostegni bis per interruzione o riduzione dell'attività produttiva nel periodo tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2021. In questo caso i trattamenti sono concessi nel limite massimo di spesa pari a 140,5 milioni di euro per l’anno 2021.

Per approfondire: CIG, contratto di rioccupazione e altre misure per il lavoro nel Sostegni bis

Il Governo ha approvato anche il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali per i lavoratori Alitalia in amministrazione straordinaria e stanziato ulteriori 200 milioni di euro per il reddito di cittadinanza.

Nel decreto Fiscale rientrano, oltre a un corposo pacchetto di norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, anche i congedi parentali per lavoratori genitori di minori di 14 anni, che sono accessibili sia ai dipendenti che agli autonomi in caso di sospensione dell’attività didattica o educativa del figlio per tutta o in parte la durata dell’infezione o per l'intera durata della quarantena disposta dalle autorità competenti. Ai genitori di figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104-1992 il congedo Covid è riconosciuto a prescindere dall’età del figlio.

Consulta il testo del decreto Fiscale n. 146-2021 in Gazzetta ufficiale

Photo credit: Palazzo Chigi

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.