Sicilia: Programma operativo Fondo Sociale Europeo Plus - PR FSE+ 2021-2027

Foto di Jopwell da PexelsCon il Programma regionale Fse+ 2021-2027 Regione Siciliana definisce gli orientamenti, la strategia e gli obiettivi specifici della regione in merito alla programmazione del Fondo Sociale Europeo Plus per il periodo 2021-2027, coerentemente ai Regolamenti comunitari, al Pilastro europeo dei diritti sociali, alle Relazioni per paese relative all’Italia 2019 e 2020 e all’Accordo di partenariato.

Nel complesso, il Programma regionale consentirà una pluralità di interventi che interessano i temi dell’occupazione, dell’istruzione e della formazione, dell’occupazione giovanile, dell’inclusione sociale.

La programmazione del Fondo Sociale Europeo Plus agisce prioritariamente per: 

  • contrastare la disoccupazione e creare le condizioni per una piena e buona occupazione  
  • aumentare la buona occupazione delle donne 
  • promuovere l’adattabilità dei lavoratori e delle imprese  
  • qualificare e rafforzare tutti i segmenti dell’infrastruttura educativa e formativa regionale  
  • investire nell'apprendimento permanente degli adulti 
  • investire nell’orientamento  
  • aumentare l’occupabilità delle persone 
  • investire su interventi di innovazione sociale 
  • assicurare un diritto allo studio universitario universale e inclusivo 
  • potenziare il sistema di welfare;
  • contrastare lo spopolamento delle aree interne;
  • investire in un sistema di orientamento 
  • contrastare l’abbandono scolastico  
  • valorizzare i sistemi duali e l’apprendistato.

Priorità e obiettivi

La struttura del PR FSE Plus si articola in 5 Priorità, a cui si aggiunge l’assistenza tecnica:

  1. Occupazione 
  2. Istruzione e formazione 
  3. Inclusione sociale e lotta alla povertà
  4. Giovani
  5. Azioni sociali innovative

Priorità 1 - Occupazione

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • favorire l’accesso al mercato del lavoro sostenendo misure integrate di accompagnamento al lavoro basate su: politiche attive flessibili e mirate, predisposte grazie ad un processo di profilazione di tipo quantitativo, mediante un sistema informatico basato su algoritmi, e qualitativo; incentivazione delle assunzioni con riconoscimento dell’incentivo modulato in base al risultato del collocamento;
  • sostenere i disoccupati/inoccupati nella fase di transizione al lavoro, offrendo opportunità formative e di avvicinamento qualificato al mercato del lavoro in una logica di staffetta generazionale. In tal senso saranno sostenuti i tirocini non curriculari che mirano a creare un contatto diretto con il mondo del lavoro, assicurando al tirocinante un’esperienza di orientamento e formazione in grado di arricchire il suo curriculum e incentivando le aziende, grazie alla semplicità dello strumento contrattuale, ad avviare un rapporto;
  • Attivazione di un fondo per il microcredito per fornire prestiti agevolati al fine di incentivare la nascita di progetti di autoimpiego attraverso lo strumento del Microcredito Irfis-FinSicilia.

Obiettivo specifico: ESO4.2. Modernizzare le istituzioni e i servizi del mercato del lavoro per valutare e anticipare le esigenze in termini di competenze e garantire un'assistenza e un sostegno tempestivi e su misura nel contesto dell'incontro tra domanda e offerta, delle transizioni e della mobilità nel mercato del lavoro (FSE+)

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • Rafforzamento del sistema dei Centri per l’Impiego regionali;
  • Potenziamento dell'offerta di servizi di APL e CPI;
  • lo sviluppo di piattaforme informatiche per la digitalizzazione degli interventi di orientamento informativo ed educativo;

Obiettivo specifico: ESO4.3. Promuovere una partecipazione equilibrata di donne e uomini al mercato del lavoro, parità di condizioni di lavoro e un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l'accesso a servizi abbordabili di assistenza all'infanzia e alle persone non autosufficienti (FSE+)

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • il supporto all’Autoimprenditorialità e all’avvio d’impresa, tramite la realizzazione di una serie di azioni integrate tra loro, in modo da fornire alle donne che vogliono creare imprese dapprima un percorso formativo, poi una formazione sul lavoro attraverso un'attività di tirocinio in un'impresa e successivamente un'attività di accompagnamento alla realizzazione dell'impresa stessa;
  • l’stituzione di “Sportello Donna” all’interno dei CPI o delle APL regionali , in grado di guidare le donne in percorsi di crescita professionale, umana ed empowerment, sostenendo soprattutto cultura imprenditoriale e dell’’autoimpiego;
  • Azioni per l’inserimento e il miglioramento lavorativo di donne in situazione di svantaggio;
  • azione volta a promuovere il welfare territoriale e aziendale per la conciliazione

Priorità 2 - Istruzione e formazione

Obiettivo specifico: ESO4.6. Promuovere la parità di accesso e di completamento di un'istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall'educazione e cura della prima infanzia, attraverso l'istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all'istruzione e all'apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell'apprendimento per tutti e l'accessibilità per le persone con disabilità (FSE+) 

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • sostenere la realizzazione di progetti di inclusione socio−educativa fondati sulla presa in carico di nuclei familiari svantaggiati, mediante l’integrazione scolastica e interculturale dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e la scuola primaria;
  • potenziamento del sistema degli ITS-IFTS, soprattutto nei settori individuati dalla Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente S3 Sicilia, con l’obiettivo di potenziare la qualificazione dei quadri tecnici destinati all’occupazione in ambiti strategici dello sviluppo IT 58 IT territoriale (green and blue economy, mobilità sostenibile, tutela ambientale, agroalimentare, ICT, turismo e beni culturali);
  • Azioni di Internazionalizzazione dei sistemi educativi e mobilità (percorsi di apprendimento linguistico in altri Paesi, azioni di potenziamento linguistico e di sviluppo del CLIL), anche a complementarità con il Programma Erasmus+.

Obiettivo specifico: ESO4.7. Promuovere l'apprendimento permanente, in particolare le opportunità di miglioramento del livello delle competenze e di riqualificazione flessibili per tutti, tenendo conto delle competenze imprenditoriali e digitali, anticipando meglio il cambiamento e le nuove competenze richieste sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, facilitando il riorientamento professionale e promuovendo la mobilità professionale (FSE+)

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • Potenziamento dei percorsi di Alta Formazione secondo un modello finalizzato a migliorare l’integrazione tra il mondo accademico le imprese e più in generale il territorio in cui le Università sono localizzate;
  • Formazione permanente, in particolare per soggetti senza occupazione o in possesso di titoli di studio bassi.

Priorità: 3. Inclusione sociale e lotta alla povertà

Obiettivo specifico: ESO4.8. Incentivare l'inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l'occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati (FSE+) 

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • Interventi di presa in carico multiprofessionale finalizzata all’inclusione lavorativa dei soggetti svantaggiati compresi voucher per i disoccupati, per le persone inattive, i migranti, i cittadini di paesi terzi e i Rom indirizzati alla frequentazione di corsi per il miglioramento delle competenze linguistiche e/o informatiche, al fine di un migliore accesso al mercato del lavoro;
  • Sostegno economico, anche mediante buoni/voucher, per garantire l’accesso e il diritto allo studio universitario;
  • Progetti culturali e sportivi per i minori a rischio esclusione e i soggetti svantaggiati;
  • Interventi di inclusione attiva per soggetti svantaggiati compresi anche i cittadini di paesi terzi, migranti e comunità emarginate;
  • Tutoraggio e solidarietà alle imprese vittime di racket e usura;
  • Attivazione di un fondo per il microcredito al fine di sostenere l’economia sociale nonché le imprese sociali.

Obiettivo specifico: ESO4.11. Migliorare l'accesso paritario e tempestivo a servizi di qualità, sostenibili e a prezzi accessibili, compresi i servizi che promuovono l'accesso agli alloggi e all'assistenza incentrata sulla persona, anche in ambito sanitario; modernizzare i sistemi di protezione sociale, anche promuovendone l'accesso e prestando particolare attenzione ai minori e ai gruppi svantaggiati; migliorare l'accessibilità l'efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari e dei servizi di assistenza di lunga durata, anche per le persone con disabilità (FSE+) 

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • Interventi per la presa in carico integrata delle persone con disabilità e delle loro famiglie tramite: Voucher per l’accesso a servizi di qualità per le persone con disabilità, anche in termini di tecnologie dell’informazione e della comunicazione;  Azioni di accompagnamento delle persone con disabilità alla partecipazione ai percorsi di istruzione e formazione, anche mediante la fornitura di servizi di trasporto speciale e di assistenza specialistica di supporto ai processi di apprendimento; Interventi per il rafforzamento delle competenze degli operatori socio-sanitari;
  • Interventi formativi rivolti alla qualificazione delle risorse umane delle professioni sanitarie e assistenziali;
  • Interventi per migliorare l'accessibilità, l'efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari;
  • Interventi di sostegno sociale per minori con difficoltà e gli adulti in condizioni di vulnerabilità socio-economica (Child Guarantee);
  • Interventi per rafforzare l'offerta degli asili nido;
  • Progetti/iniziative per le comunità emarginate e per il contrasto alla violenza di genere e alla tratta;
  • Azioni per il partenariato e le organizzazioni della società civile.

Priorità: 4. Giovani

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale; (FSE+)

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • la promozione di tirocini extra-curriculari di orientamento, formazione e inserimento lavorativo (rivolti anche ad altre categorie di soggetti in condizione di svantaggio);
  • la valorizzazione dell’apprendistato di primo livello quale strumento per il contrasto alla dispersione scolastica ed il conseguimento di qualificazioni professionali, orientate all’occupazione;

Obiettivo specifico: ESO4.6. Promuovere la parità di accesso e di completamento di un'istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall'educazione e cura della prima infanzia, attraverso l'istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all'istruzione e all'apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell'apprendimento per tutti e l'accessibilità per le persone con disabilità (FSE+)

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • il consolidamento e l'ampliamento dell’offerta di percorsi di competenza regionale del sistema di IeFP, sia di quelli triennali finalizzati al rilascio della qualifica di operatore professionale, sia di quelli relativi al quarto anno per il conseguimento del diploma di tecnico professionale.

Priorità 5 - Azioni sociali innovative

Obiettivo specifico: ESO4.8. Incentivare l'inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l'occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati (FSE+) 

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • misure di sostegno per la costituzione di nuove (micro) imprese, compresi gli imprenditori sociali, attraverso un più facile accesso ai finanziamenti, alla formazione e alla consulenza in materia finanziaria;  
  • percorsi di riqualificazione professionale e di inserimento socio-lavorativo rivolte ad un numero maggiore di donne al fine di incrementare la loro partecipazione al mercato del lavoro;  
  • creazione di un sistema di qualificazione e certificazione delle competenze e delle qualifiche in possesso dei destinatari dell’intervento e in particolare dei migranti, rifugiati e profughi, mirato al sostegno continuo allo sviluppo delle competenze e alla riconversione professionale, anche attraverso procedure di convalida dell'apprendimento non formale e informale;  
  • servizi per il lavoro e servizi socio sanitari;  percorsi per l’apprendimento della lingua italiana destinati a stranieri non nati in Italia finalizzati all’apprendimento della lingua con l’acquisizione della certificazione L2 e corsi di educazione civica;  
  • percorsi di mediazione interculturale, da avviare congiuntamente alle prese in carico da parte delle equipe multidisciplinari, finalizzati all’inclusione lavorativa; i mediatori in particolare dovranno assumere il ruolo di facilitatori e di intermediazione tra migranti, rifugiati e richiedenti asilo e la popolazione residente e in questo modo favorire e rendere più rapida e durevole l’integrazione di questi gruppi;  processi formativi di innovazione digitale;  
  • azioni formative per l’autoimprenditorialità;  
  • azioni formative per assistenza agli anziani e ai disabili.  
  • azioni specifiche volte a rafforzare il ruolo del terzo settore che opera nelle comunità emarginate o a supporto dei migranti e dei rifugiati.
  • azioni formative di base: trattasi di percorsi di alfabetizzazione linguistica e culturale;  inserimento nella scuola primaria;  
  • potenziamento della sinergia tra la scuola e comunità di stranieri; IT 93 IT  promozione della cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’integrazione e i centri nazionali per il riconoscimento delle qualifiche;  
  • azioni finalizzate al recupero della piena autonomia attraverso accompagnamento individuale dei soggetti minori vittime di tratta (laboratori di recupero autostima e di problem solving);  
  • percorsi di tutoraggio inclusivi: azioni mirate a favore di persone con disabilità;  
  • progetti finalizzati a migliorare le competenze digitali, garantendo un sostegno anche per l’accesso ad internet, l’acquisto di apparecchiature digitali e di applicazioni e piattaforme di e-Learning per le scuole, rivolti in particolare agli studenti provenienti da gruppi svantaggiati, nonché per gli studenti ed educatori con disabilità.

Priorità: Assistenza tecnica

La Regione prevede la programmazione e attivazione di specifiche azioni di assistenza tecnica destinate principalmente a: 

  • supporto alla programmazione in termini di definizione di linee di indirizzi, piani, avvisi e relativa “strumentazione” a corredo;  
  • supporto alla gestione e al funzionamento del sistema informativo di gestione e controllo del programma presso l’AdG e supporto alla gestione del sistema informativo del partenariato: i sistemi informativi dovranno contribuire alla registrazione e conservazione informatizzata dei dati relativi a ciascuna operazione, necessari per il monitoraggio, la valutazione, la gestione finanziaria, la verifica e l'audit, garantendo la trasmissione degli stessi ai soggetti nazionali e sovranazionali coinvolti dal programma, con l’obiettivo di contribuire alla trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione e alla interoperabilità dei sistemi coinvolti, evitando ripetizioni e richieste di informazioni e dati ripetuti;  
  • supporto alle attività di sorveglianza;  supporto alle attività di informazione e comunicazione; IT 99 IT  monitoraggio del Programma;  
  • valutazione ad hoc di interventi specifici;  valutazione in itinere e a chiusura del programma;  
  • azioni di capacity building delle Amministrazioni coinvolte dal programma, es. tramite interventi formativi e di tirocini e stage e disseminazione best practice amministrative anche con iniziative di scambio in tema di progettazione, gestione ed attuazione di programmi ed interventi finanziati dai fondi FSE+, FESR e FEASR.

Budget

Le risorse a disposizione del Programma regionale FSE Plus ammontano a 1.060.913.473 euro.

Di queste:

  • 324.457.653 euro saranno destinati alla priorità 1;
  • 417.575.543  euro saranno destinati alla priorità 2;
  • 417.575.543 euro saranno destinati alla priorità 3;
  • 290.993.410 euro saranno destinati alla priorità 4;
  • 48.243.645 euro saranno destinati alla priorità 5;

Dotazioni finanziarie totali per fondo e cofinanziamento nazionale

Link

Programma

Regione Siciliana

Pubblicato
06 Sep 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Assicurativo, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 1 060 913 473
Finalita'
Cooperazione, Formazione, Inclusione social, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Sicilia

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.