Sociale: bandi UE per progetti contro le discriminazioni

Fondi UE sociale - https://lh3.googleusercontent.com/pw/ACtC-3cLaiY_L0l0ZM6Z5BG6xWR5tcc-HyP_sa2e9q6lIVDeXQI76E0b_q4Tz7nUryM2J5fnbCQh5SS_GwMZxufqY1mq-ZRJuF2rFcBI1g0tfeh0s9Qj6cHmi_2noydvZCcBdiLzQTaOC8bk1LypsEX_RGpc=w909-h606-no?authuser=2Aperti i primi bandi del programma europeo Giustizia, Diritti e Valori 2021-2027. A disposizione oltre 31,6 milioni di euro per progetti contro la violenza di genere, sui minori e le discriminazioni razziali e per la promozione dei diritti dei bambini e la protezione dei dati.

Cosa prevede il programma europeo Giustizia, Diritti e Valori 2021-2027

Gli inviti a presentare proposte rientrano nell’ambito del programma europeo Diritti e valori, uno dei due pilastri fondanti del programma Giustizia, Diritti e Valori, nell'ambito del Quadro finanziario pluriennale 2021-2027. 

Mentre la Commissione europea lancia queste nuove iniziative, ricordiamo che sono ancora aperte cinque call del programma Giustizia 2014-2020, con tematiche che spaziano dal supporto a progetti nazionali o transnazionali di e-justice a progetti transnazionali di formazione dei professionisti della giustizia riguardanti il ​​diritto civile, il diritto penale o i diritti fondamentali. 

Bandi 2021 su diritti e valori europei

Scopo delle call 2021 è contribuire alla protezione e alla promozione dei diritti e dei valori sanciti nei trattati dell'UE, anche sostenendo le organizzazioni della società civile, al fine di creare società aperte, democratiche e inclusive.

La Commissione UE ha stanziato oltre 31,6 milioni di euro ripartiti tra quattro bandi, che finanziano progetti per:

  • prevenire e combattere tutte le forme di violenza contro bambini, giovani e donne;
  • promuovere l'uguaglianza e combattere il razzismo, la xenofobia e le altre forme di discriminazione;
  • proteggere e promuovere i diritti dei bambini;
  • sostenere le attività svolte dalle autorità nazionali per la protezione dei dati.

Al momento è possibile partecipare alle call relative ai primi tre interventi, che prevedono scadenze comprese tra il 20 aprile e il 7 settembre 2021. Il bando per progetti destinati alla protezione dei dati, invece, apre il 6 maggio e resta aperto fino al 9 settembre 2021.

I bandi sono rivolti a soggetti pubblici o privati aventi sede negli Stati membri dell’UE, paesi terzi associati al programma e paesi che sono in trattativa per aderire all'UE.

Solo alla seconda call possono partecipare anche le organizzazioni internazionali, cui si aggiungono gli enti con finalità di lucro, i quali possono aderire ai bandi in partenariato con enti no profit. Infine, l'ultima call è riservata alle Autorità nazionali per la protezione dei dati.

Bilancio UE post 2020: piu' fondi per sociale, formazione e cultura

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.