Basilicata: bando Un ponte per l'occupazione

Data chiusura
11 Nov 2011
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 33 714 400
Soggetto gestore
Regione Basilicata

Descrizione

Avviso finalizzato a contrastare il fenomeno della migrazione professionale, della disoccupazione “intellettuale” e che intende favorire la crescita delle competenze professionali rafforzando le condizioni di occupabilità delle persone diplomate e laureate in cerca di occupazione.

Con Deliberazione della Giunta regionale del 13 settembre 2011 n. 1290, pubblicata sul BUR n. 31 del 27 settembre 2011, è stato approvato l'Avviso Pubblico per la costituzione del Catalogo dei percorsi formativi settoriali e specialistici.

Il bando è finanziato con le risorse liberate FSE, di cui al POR Basilicata 2000-2006 per una spesa complessiva prevista di euro 33.714.400.

La Regione Basilicata ha avviato un’azione sperimentale denominata “Un Ponte per l’occupazione”, nel quale si colloca il bando: l'azione prevede una tipologia di intervento basata su un percorso di accompagnamento professionalizzante che risponde ad una richiesta individuale di orientamento, counselling, formazione, tirocinio e placement.

Tale tipologia di intervento si attua con 2 specifici avvisi pubblici:

  • questo bando, che avvia l’azione selezionando fino ad un massimo di 680 destinatari (giovani tra 18 e 35 anni, disoccupati o inoccupati) ed avviando il percorso di accompagnamento professionalizzante (orientamento, formazione, tirocinio aziendale, conciliazione) al mercato del lavoro. Si prevede l’erogazione di un’indennità di partecipazione e di un voucher per l’accesso a servizi per la conciliazione;
  • un secondo bando che costituisce il catalogo regionale di percorsi formativi ad hoc che verranno scelti (durante le attività di orientamento) e frequentati dai destinatari del primo avviso. Tale avviso è rivolto agli organismi formativi accreditati, con specifici requisiti di ammissibilità, che verranno chiamati a proporre percorsi formativi e di tirocinio sulla base di requisiti collegati alle caratteristiche dei destinatari e alle loro esigenze di inserimento professionale.

Al termine del percorso di accompagnamento professionalizzante, l’Amministrazione regionale prevede la possibilità di attivare un secondo percorso di inserimento al lavoro mediante l’erogazione, ai partecipanti all’Azione sperimentale, di incentivi all’occupazione in azienda e all’autoimprenditorialità (da finanziare con risorse comunitarie a valere sul PO FSE Regione Basilicata 2007-2013).

Il secondo percorso è attuato mediante uno specifico avviso pubblico, che concede ai destinatari del presente avviso l’opportunità di usufruire di un incentivo economico all’occupazione da destinare:

  • all’azienda disposta ad assumerlo a tempo determinato per un periodo non inferiore a 24 mesi;
    oppure
  • a sostegno di un progetto per l’autoimprenditorialità. In questo secondo caso, la progettazione d’impresa potrà ottenere un ulteriore riconoscimento di risorse a valere sul Fondo di Sostegno e Garanzia FSE istituito dalla Regione Basilicata con risorse PO FSE 2007-2013. L’iniziativa imprenditoriale posta in essere potrà inoltre ottenere il supporto allo start up di Sviluppo Basilicata Spa.

L’Amministrazione regionale intende perseguire, con questo avviso pubblico, l’obiettivo di “personalizzare” i percorsi formativi attraverso il finanziamento di voucher limitandosi alruolo di favorire l’incontro fra un sistema di occasioni formative di qualità e la domanda espressa dall’utenza e dal mercato.

Il bando è destinato ad un numero massimo di 680 giovani lucani, disoccupati o inoccupati, tra i 18 anni ed i 35 anni di età che abbiano terminato il loro percorso formativo scolastico/universitario e siano alla ricerca di un impiego; l’avviso concede ai destinatari la possibilità di accrescere le proprie competenze professionali e finalizzarle al mercato del lavoro, offrendo loro l’opportunità di partecipazione a interventi di politica attiva strettamente collegati al proprio percorso professionalizzante, attraverso l’attivazione dello strumento della Dote Individuale, comprendente voucher per:

  • l’accesso a servizi di Consulenza orientativa presso i Centri per l’Impiego;
  • la partecipazione a percorsi di formazione di base presso le Agenzie Formative in house delle Province;
  • la partecipazione a percorsi formativi inseriti nel catalogo che verrà adottato dalla Regione Basilicata, mediante specifico Avviso Pubblico. Il catalogo regionale che verrà costituito conterrà percorsi formativi ad hoc mirati all’occupazione, che i destinatari potranno scegliere in funzione del proprio bisogno formativo e delle proprie prospettive di inserimento lavorative, con il supporto specialistico degli operatori preposti alle attività di orientamento;
  • la partecipazione ad un’esperienza di tirocinio presso aziende che hanno manifestato interesse a partecipare al Progetto e che, in collaborazione con gli Organismi di Formazione accreditati, partecipano alla realizzazione dei percorsi formativi di cui al catalogo formativo regionale;
  • la conciliazione per donne che siano nella condizione di dover assistere familiari di età non superiore a 14 anni, oppure disabili oppure anziani; la condizione andrà autocertificata attraverso dichiarazione attestante la necessità di attivare servizi di cura sostitutivi per i familiari come sopra indicati. Saranno disponibili fino a 4.200 euro complessivi per il periodo considerato, spendibili per l’accesso ai servizi pubblici e privati alla persona.

Si prevede un percorso così articolato:

  • Avvio del percorso – presso la Regione Basilicata: formalizzazione del rapporto tra Regione e Destinatario;
  • Consulenza orientativa - presso i Centri per l’Impiego: attività di counselling ed orientamento e scelta del percorso formativo selezionato da catalogo regionale predisposto ad hoc;
    I servizi prevederanno almeno:
    o colloquio di accoglienza I livello;
    o colloquio individuale di II livello (specialistico);
    o assessment (bilancio) delle competenze;
    o matching tra le competenze dell’allievo e le skills richieste dai diversi percorsi inseriti nel catalogo dell’offerta formativa;
    o attività di orientamento anche con supporto alla scelta del percorso formativo da Catalogo Regionale;
    o Scouting aziendale e ricerca attiva del lavoro.
  • Formazione di base – presso le agenzie in house delle Province: formazione di base per l’acquisizione di competenze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (anche con il coinvolgimento degli Enti bilaterali) e formazione per l’acquisizione di competenze linguistiche ed informatiche nonché delle conoscenze sull’Unione europea (cenni storici, organi, cittadinanza europea);
  • Formazione settoriale e specialistica - presso gli organismi di formazione accreditati che erogano il percorso formativo selezionato;
  • Tirocinio - presso le aziende individuate in collaborazione con gli organismi di formazione.

Sono destinatari dell’avviso fino a un massimo di 680 giovani tra i 18 anni ed i 35 anni di età di cui:

- il 65% con titolo di diploma di scuola secondaria di secondo grado e con titolo di diploma laurea triennale (Gruppo A - Diplomati)
- il 35% del totale dei partecipanti con titolo di diploma di laurea magistrale o specialistica (Gruppo B - Laureati) che, alla data della pubblicazione del bando sul BUR Basilicata, posseggono, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani, o cittadini extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • essere residente, (da almeno 12 mesi) in Basilicata, o rientrare nelle categorie di cui alla Legge Regionale n.16 del 3 maggio 2002 (lucani emigrati all’estero);
  • aver compiuto 18 anni e non aver compiuto 36 anni;d) essere in possesso di un titolo di diploma di scuola secondaria di secondo grado (o laurea triennale) o di laurea. Per “ titolo di laurea” si intende: diploma di laurea vecchio ordinamento, laurea specialistica/magistrale, titolo equipollente rilasciato da Università straniere;
  • essere disoccupati o inoccupati secondo la normativa vigente;
  • non essere destinatari di interventi finanziati dal Fondo Sociale Europeo né di forme di sostegno al reddito erogate nell’ambito di iniziative regionali, nazionali e comunitarie.

Per entrambi i Gruppi considerati, almeno il 50% degli accessi sarà riservato a donne.

Ai partecipanti viene riconosciuta, per la partecipazione al percorso, un’indennità del valore massimo di 12.000 euro, condizionata e proporzionale alla effettiva partecipazione alle attività di politica attiva previste dal percorso di accompagnamento professionalizzante dell’azione “Un Ponte per l’Occupazione”.

Il voucher di servizio per la conciliazione spetta a destinatari donne che siano nella condizione di dover assistere familiari di età non superiore a 14 anni, oppure disabili oppure anziani; la condizione andrà autocertificata attraverso dichiarazione attestante la necessità di attivare servizi di cura sostitutivi.

Saranno disponibili fino a 4.200 euro complessivi per il periodo considerato, spendibili per l’accesso ai servizi pubblici e privati alla persona.

Il voucher darà diritto al rimborso trimestrale delle spese effettuate per i servizi suddetti, con un limite massimo pari a 525 euro di spesa trimestrale, dietro presentazione:

  • dei documenti attestanti la spesa (fattura o ricevuta) e che il servizio fruito è collegato alla partecipazione della partecipante alle attività previste dal “Percorso di accompagnamento professionalizzante”,
  • della dichiarazione attestante la permanenza dei requisiti che hanno fatto maturare l’acquisizione dello stesso voucher.

Qualora la destinataria che usufruisce del Voucher per la conciliazione superasse, nel trimestre corrispondente alla richiesta di rimborso, il 30% di assenze ingiustificate perderà il diritto al rimborso delle spese sostenute.

Descrizione del percorso:

  • Inizio del percorso: Su espressa convocazione dell’Amministrazione regionale, il destinatario si dovrà recare presso gli uffici del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Regione Basilicata –- Via Vincenzo Verrastro, 8 – 85100 – Potenza per confermare la propria partecipazione al percorso di accompagnamento professionalizzante dell’azione “Un Ponte per l’Occupazione”. I destinatari si impegnano a partecipare a tutte le attività di orientamento/formazione/tirocinio lavorativo che verranno attivati con la presente procedura, pena la perdita del benefici. La mancata presentazione del candidato presso gli uffici regionali nei tempi indicati è considerata a tutti gli affetti rinuncia alla partecipazione al presente avviso pubblico.
  • Fase 1 – Consulenza orientativa – il destinatario si dovrà recare, entro i dieci giorni successivi alla conferma della propria partecipazione al programma, presso il competente Centro per l’Impiego, dove svolgerà le attività di orientamento che si alterneranno con le attività di formazione di base. Durante questa fase, inoltre, supportato dagli specialisti del Centro, il destinatario sceglierà dal catalogo regionale, il percorso formativo settoriale e specialistico più coerente con i propri fabbisogni. Una volta individuato il percorso per il prosieguo delle attività, il destinatario dovrà recarsi presso le sedi territorialmente competenti delle Agenzie provinciali.
  • Fase 2 – Formazione di base - Nel corso delle attività previste nella fase di consulenza orientativa (con la quale la presente fase si integra temporalmente e funzionalmente) il destinatario verrà indirizzato presso le sedi delle Agenzie provinciali dove parteciperà - sulla base dell’assessment realizzato presso il Centro per l’Impiego- ad un percorso di acquisizione o di perfezionamento delle competenze linguistiche, informatiche, in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (anche con il coinvolgimento degli Enti bilaterali) in relazione alle specifiche del settore economico di riferimento, ai sensi del Decreto Legislativo 81/2008, e delle conoscenze sull’Unione europea (cenni storici, organi, cittadinanza europea), sulla Strategia di Lisbona e sviluppi successivi, sui principi di “integrazione sociale e non discriminazione”, sul Fondo Sociale Europeo.
  • Fase 3 – Formazione settoriale e specialistica - L’organismo erogatore del percorso formativo, raggiunto il numero stabilito di iscritti, deve attivare il percorso nei termini e tempi dichiarati all’atto dell’approvazione del catalogo formativo.
  • Fase 4 – Tirocinio – Al termine delle attività formative il destinatario svolgerà un periodo di tirocinio presso una delle aziende che avrà dato la sua disponibilità a partecipare al Progetto. L’azienda si farà carico di condividere il progetto formativo individuale di tirocinio con il referente dell’Organismo di Formazione, presso il quale il destinatario avrà effettuato la formazione settoriale e specialistica, elaborato secondo le specifiche di cui all’intervento inserito nel catalogo.
  • Fine del percorso – Per i destinatari che al termine del periodo di tirocinio non abbiano ricevuto proposte lavorative da una delle Imprese partecipanti all’intervento di formazione, i Centri per l’impiego avvieranno un’attività di scouting aziendale e ricerca attiva del lavoro.

La domanda di contributo, conforme allo schema di cui all’Allegato “Schema di domanda” (vedi Links), deve essere compilata utilizzando l'apposito modulo “on line” reperibile sul sito internet della Regione Basilicata www.basilicatanet.it nell'apposita pagina web dedicata all'Avviso. Dopo l'inserimento dei dati, il dichiarante deve stampare e sottoscrivere il modulo compilato on-line, allegando, a pena di inammissibilità, una fotocopia fronte retro di un documento di identità valido.

Il modulo on line consentirà di inserire, in autocertificazione:
- i dati anagrafici;
- il titolo di studio posseduto, con indicazione del voto finale riportato;
- lo stato occupazionale;
- il valore del reddito del 2009 del nucleo familiare;
- per le sole donne, la presenza nel proprio nucleo familiare di minori di età non superiore a 14 anni, oppure disabili oppure persone anziane per le quali si manifesta la necessità di assistenza e/o cure parentali e la necessità di attivare servizi di cura sostitutivi per i familiari come sopra indicati.

A ciascun candidato è consentita, a pena di esclusione, la presentazione di una sola domanda e per un solo gruppo.

La domanda, compilata esclusivamente on line a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, stampata e sottoscritta dal dichiarante, completa di fotocopia di un documento di identità valido, inserita in una busta chiusa può essere:
- spedita a mezzo raccomandata A/R mediante il servizio postale nazionale;
- spedita mediante corriere privato;
- consegnata a mano al seguente indirizzo:
REGIONE BASILICATA – DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - Via Vincenzo Verrastro, 8 – 85100 – Potenza

Sulla busta il candidato deve scrivere la dicitura: “Un Ponte per l’occupazione - Avviso Pubblico: Percorso di accompagnamento professionalizzante”, riportare l’indicazione del Gruppo al quale si concorre (“Gruppo A” o “Gruppo B”) e l’indicazione dettagliata del mittente. La busta deve contenere una sola domanda, le buste che contengono più domande saranno escluse e considerate inammissibili.

A pena di inammissibilità detto plico dovrà pervenire entro le ore 12.00 del 20° giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata (ovvero del primo giorno lavorativo dopo il 20° se coincide con un sabato o giorno festivo).

Ai fini della ammissibilità, farà fede esclusivamente la data e l’ora di arrivo. L’Amministrazione Regionale quindi non terrà conto delle domande pervenute oltre il termine di presentazione di cui sopra né saranno presi in considerazione o saranno aperti i plichi che, per qualsiasi ragione, non risultino pervenuti entro l’ora, il giorno ed il luogo fissati.

_________________________

Con Deliberazione della Giunta regionale 13 settembre 2011 n. 1290, presente nel BUR n. 31 del 27 settembre 2011, è stato approvato l'Avviso Pubblico per la costituzione del Catalogo dei percorsi formativi settoriali e specialistici.

Le proposte potranno essere inviate entro l'11 novembre 2011.

Il Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport della Regione Basilicata provvede attraverso i propri uffici alla verifica dell’ammissibilità delle domande pervenute, nei termini fissati dal presente avviso.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

_____________________

Con Determinazione Dirigenziale n. 737 del 1 luglio 2011, è stato approvato l’elenco definitivo dei beneficiari dell’Azione sperimentale “Un ponte per l’occupazione”.

Con Determinazione Dirigenziale 16 febbraio 2011 n. 76, presente nel BUR n. 7 del 16-03-2011 parte I, sono state approvate le disposizioni per i destinatari e l'Atto Unilaterale di Impegno per la regolamentazione dei Voucher.

Con determinazione dirigenziale n. 1503 del 29/12/2010 sono state approvate le graduatorie degli ammessi e gli elenchi dei non ammessi dell'avviso pubblico " percorso di accompagnamento professionalizzante".

Pubblicato
28 Sep 2011

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Bancario, Assicurativo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pesca, Affari marittimi, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Finalita'
Formazione, Start-up
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Basilicata

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Formazione basilicata, Occupazione basilicata, Lavoro basilicata, Basilicata

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.