Bando Italian Council – contributi per progetti di arte contemporanea

Bando Italian Council Al via il bando Italian Council per la promozione internazionale dell’arte contemporanea italiana, promosso dal Ministero dei Beni culturali.

> Mibac – premi e residenze all'estero per giovani artisti emergenti

L'avviso sostiene progetti che prevedano l’incremento delle collezioni pubbliche, lo sviluppo di talenti e la promozione internazionale di artisti, curatori e critici.

Italian Council, nuovo bando e nuovi obiettivi

Nato nel 2017, Italian Council ha raggiunto nel primo biennio importanti risultati con finanziamenti per 3 milioni di euro e la realizzazione di 34 progetti.

“Oggi, con le novità introdotte, vogliamo permettere ai nostri artisti di accedere ancora più facilmente all’ambiente internazionale e miriamo a incoraggiare attivamente lo sviluppo e la riconoscibilità dei nostri talenti in tutto il mondo”, ha dichiarato Federica Galloni, che guida la Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP).

Le risorse a disposizione dell’edizione 2019 ammontano a 1,9 milioni di euro. Il finanziamento richiesto non potrà essere superiore all’80% della spesa totale, con un tetto massimo che varia in base alla tipologia del progetto presentato.

Il programma di finanziamento si concentrerà particolarmente sul fronte della promozione dell’arte italiana all’estero e andrà a operare su due ambiti di intervento:

  • incremento delle collezioni dei musei pubblici italiani mediante l’acquisizione o la produzione di opere di artisti italiani, anche in occasione di residenze e mostre,
  • incentivo allo sviluppo di talenti e la promozione internazionale di artisti, curatori e critici italiani attraverso il finanziamento di:
    - progetti che riguardino la partecipazione di artisti a manifestazioni internazionali;
    - progetti che prevedano residenze all’estero per artisti, curatori e critici;
    - progetti finalizzati alla realizzazione di mostre monografiche presso istituzioni culturali straniere;
    - progetti editoriali dedicati all’arte contemporanea italiana.

Ogni progetto dovrà necessariamente prevedere la collaborazione con realtà internazionali e/o una fase di promozione all’estero.

> Cultura futuro urbano – 25 milioni di euro per riqualificare le periferie

Chi può partecipare e come farlo

Potranno presentare domanda di partecipazione artisti, curatori, critici, purché supportati da istituzioni straniere, ma anche musei, enti pubblici e privati, istituti universitari, fondazioni, associazioni culturali, comitati formalmente costituiti, a patto che siano tutti senza scopo di lucro.

Per partecipare è necessario registrarsi sulla piattaforma dedicata e caricare la domanda entro le ore 12.00 del 30 settembre 2019.

La commissione presieduta da Federica Galloni, Direttore DGAAP, e composta da esperti di alto profilo, valuterà le proposte presentate in base a vari parametri fra cui:

  • qualità, originalità, credibilità, caratteristiche significative del progetto culturale;
  • ricadute attese dall’iniziativa in Italia e all’estero;
  • prestigio delle istituzioni coinvolte;
  • accordi con i partner del progetto.

> Periferie - 25 milioni per progetti culturali

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.