Sviluppo rurale: a che punto sono i bandi PSR per l'agricoltura sociale

Agricoltura sociale - Photo credit: The B'sUno studio realizzato dal CREA nell'ambito della Rete Rurale Nazionale fa il punto sui bandi per l'agricoltura sociale approvati nell'ambito dei PSR 2014-2020. Ecco cosa finanziano.

Agricoltura sociale: finanziamenti per un'attivita' su quattro

L'agricoltura sociale nei PSR italiani

L'introduzione del tema dell’inclusione sociale tra gli obiettivi della Politica di sviluppo rurale ha aperto la strada ad un maggiore rilievo delle attività collegate all'agricoltura sociale nella programmazione del FEASR 2014-2020.

In linea generale, il sostegno proviene prevalentemente dalle Misure 16 “Cooperazione”, con la Sottomisura 16.9, che sostiene la cooperazione per la diversificazione delle attività agricole in attività sociali, e 6 “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese”, soprattutto con la Sottomisura 6.45, dedicata alla diversificazione delle imprese.

I progetti di agricoltura sociale sono previsti a livello di programmazione anche con riferimento alle Sottomisure 6.2, dedicata all’avviamento di impresa per attività extra-agricole, e 7.4, a sostegno dei servizi per la popolazione rurale, anche se, al 30 giugno 2019, non risultano bandi che abbiano recepito tali possibilità.

Politica Agricola Comune – a che punto e' la spesa dei fondi PSR

La Sottomisura 16.9

La Sottomisura 16.9, programmata in 14 PSR regionali, prevede la cooperazione tra aziende agricole ed enti pubblici, soggetti privati vari e realtà del Terzo settore per lo svolgimento di attività socio-assistenziali, terapeutiche, educative e didattiche, formative, ricreative, di inserimento lavorativo, ecc.

In 13 dei PSR che prevedono la Sottomisura, cioè tutti tranne quello della Sicilia, al primo posto nelle previsioni si trova l’agricoltura sociale; in vari casi si parla di servizi sociali per le comunità locali o di servizi sociali in generale, in 7 PSR sono individuati servizi di aggregazione e di inclusione sociale, 9 PSR prevedono l’erogazione di servizi terapeutici riabilitativi e 11 casi quelli didattico-educativi.

Generalmente le spese ammesse sono quelle per la cooperazione e il partenariato, l'analisi e lo studio, l'animazione e la divulgazione, quindi le operazioni preliminari alla realizzazione delle attività sociali vere e proprie, mentre sono escluse le spese ordinarie e di investimento dei singoli “associati”.

La Sottomisura 6.4

La creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole sono invece gli obiettivi della Sottomisura 6.4, programmata in tutti i PSR, tranne quello della Provincia autonoma di Bolzano.

La Sottomisura si articola in due operazioni: la 6.4.1 che è rivolta alle imprese agricole e, in alcuni casi, ai coadiuvanti familiari, e si propone di stimolare nelle aziende la diversificazione aziendale; la 6.4.2, dedicata in linea di massima a micro e piccole imprese non agricole e a persone fisiche in aree rurali che intendono avviare nuove attività.

L'agricoltura sociale viene prevista esplicitamente tra le attività ammesse da 17 Programmi, 15 nell’ambito della Sottomisura 6.4.1 e 2 nell’ambito della 6.4.2, ma solo in alcuni casi le Regioni indicano in dettaglio le tipologie di intervento sostenute.

Sviluppo rurale: ISMEA, spesi meta' dei fondi PSR per la diversificazione

L'avanzamento al 30 giugno 2019

L’analisi dello stato di attuazione delle Misure relative all’agricoltura sociale al 30 giugno mostra che solo dieci delle 14 Regioni che hanno previsto la Sottomisura 16.9 hanno emesso i relativi bandi.

La dotazione finanziaria varia dai 500mila euro delle Regioni Veneto e Marche ai 3.155.558 euro dell'Emilia Romagna, mentre il tasso di aiuto va dal 50% della Regione Piemonte al 100% di Veneto, Sicilia, Liguria e Calabria.

Tutti i bandi prevedono la presenza obbligatoria di almeno un'impresa agricola tra i beneficiari in partenariato o in aggregazione con altri soggetti pubblici o privati, e, ad eccezione della Sardegna che limita l’intervento ai Comuni non interessati dal Leader e/o ai territori in cui i GAL non attivano misure analoghe, gli avvisi ammettono la localizzazione in tutto il territorio regionale.

Sono invece 18 su 20 le Regioni che hanno attivato la Sottomisura 6.4, con un totale di 34 bandi, di cui 23 - afferenti a 16 Regioni - riguardano in maniera più o meno diretta l’agricoltura sociale e 15 si applicano in tutto il territorio regionale. I beneficiari sono gli imprenditori agricoltori e in alcuni casi anche i coadiuvanti familiari (Puglia, Sicilia, Lazio e Piemonte).

Il tasso di aiuto va dal 30 al 75%, mentre l’incidenza finanziaria della Sottomisura 6.4 sulla dotazione della Misura 6 si attesta in media al 15%, ma sale al 36,4% in Campania.

L’attuazione dell’agricoltura sociale nella programmazione 2014-2020 della politica di sviluppo rurale

Photo credit: The B's

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.