CEF Energia 2021-27: call per progetti di interesse comune

Call per progetti di interesse comune - Image by Ashraf Chemban from PixabayAl via dal 13 settembre le application del primo invito a presentare proposte per i progetti di infrastrutture energetiche transfrontaliere dell'UE nell'ambito del Connecting Europe Facility (CEF) 2021-2027, il programma di finanziamento per le infrastrutture transeuropee. 

CEF Energia: come funzionano i fondi europei per le reti e le rinnovabili

I Project of Common Interest o Progetti di interesse comune (PCI - PIC) sono interventi infrastrutturali con effetti positivi sui Paesi europei, che permettono di integrare i mercati dell'Unione, diversificare le risorse energetiche e contribuire a porre fine all'isolamento energetico.

Tra il 2014 e il 2020 il CEF Energia ha stanziato 4,7 miliardi per studi e opere a sostegno dell'attuazione di 107 progetti di interesse comune, di cui la quota maggiore dei finanziamenti (circa l’89%) è andata ai lavori, soprattutto per il settore elettrico.

Il quarto elenco di PCI attualmente in vigore, adottato nel novembre 2019, è definito secondo le regole del Regolamento Trans-European Network-Energy 347/2013, ora in fase di revisione. È inoltre in preparazione un quinto elenco, che sarà pubblicato entro la fine dell'anno, sulla base dell'attuale regolamento TEN-E.

Una panoramica del Connecting Europe Facility 2021-27

785 milioni per le infrastrutture per l'energia pulita: il primo bando del CEF Energia

Con la nuova programmazione dei fondi europei 2021-27 scatta anche il primo bando della Commissione europea a valere sul CEF: l’invito riguarda le proposte per i principali progetti di infrastrutture energetiche transfrontaliere dell'UE inclusi nel quarto elenco dei PCI, da cofinanziare attraverso sovvenzioni per un valore di 785 milioni di euro dal bilancio dell'Unione.

Nel fissare il nuovo budget del CEF Energia per il periodo 2021-2027, del valore di 5,83 miliardi di euro, Bruxelles ha riconosciuto il ruolo chiave che le infrastrutture energetiche svolgono nel Green Deal europeo e nella transizione verso un'economia climaticamente neutra. 

Il programma di lavoro, nel dettaglio, prevede 2,4 miliardi di euro di finanziamenti per i principali progetti di infrastrutture energetiche europee per il periodo 2021-23. 

Per richiedere i finanziamenti nell'ambito del CEF-Energia, i progetti devono prima rientrare nell'elenco più recente dei PIC, che la Commissione adotta ogni due anni. Per essere definiti PIC, i progetti devono avere un vantaggio significativo per almeno due paesi dell'UE e devono aumentare la competitività, migliorare la sicurezza energetica dell'Unione e contribuire alla sostenibilità. 

Il primo bando a valere sul programma per i PIC si sviluppa in due topic che riguardano lavori e studi, in particolare:

  • works: si riferisce a progetti per opere che contribuiscono alla realizzazione di un PIC. Le opere comprendono l'acquisto, la fornitura e l'implementazione di componenti, sistemi e servizi compreso il software, le attività di sviluppo, costruzione e installazione relative a un Progetto di interesse Comune, l'accettazione di installazioni e il lancio di un PIC. Per saperne di più sul topic e consultare il testo della call;
  • studies: il focus è sulle proposte per studi che contribuiscono alla realizzazione di un Progetto di interesse comune. Gli studi nell'ambito del CEF Energy includono le attività necessarie per preparare l'implementazione del PIC, come studi preparatori, di fattibilità, di valutazione, di test e convalida, anche sotto forma di software, e qualsiasi altra misura di supporto tecnico, inclusa l'azione preventiva per definire e sviluppare un PCI e decidere sul suo finanziamento, come la ricognizione dei siti interessati e la preparazione del pacchetto finanziario. Per saperne di più sul topic e consultare il testo della call.

La procedura per inviare l'application è disponibile a partire dal 13 settembre sul Participant Portal. Le domande possono essere inviate entro il 19 ottobre 2021

Una volta valutate le domande, la decisione di aggiudicazione dovrebbe essere adottata all'inizio del 2022.

Come rendere le infrastrutture resilienti al clima: la guida della Commissione europea

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.