PSR Veneto: bandi per sostenere gli investimenti delle imprese agricole

Psr VenetoPubblicati i nuovi bandi del Programma di sviluppo rurale. A disposizione circa 92 milioni di euro per supportare gli investimenti aziende agricole, con particolare attenzione ai giovani agricoltori.

Manovra: le misure per agricoltura e pesca 

Grazie al sostegno del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e al cofinanziamento nazionale e regionale, la Giunta regionale finanzia diverse tipologie di interventi previsti dal PSR 2014-2020 del Veneto.

Per le azioni di informazione e formazione la Regione ha stanziato 5 milioni di euro (3,8 milioni per il tipo di intervento 1.1.1 e 1,2 milioni per il tipo di intervento 1.2.1), cui si aggiungono 6,2 milioni di euro per la promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari (tipo di intervento 3.2.1).

PAC post 2020: proposte per il futuro dell'UE

Per sostenere gli investimenti delle aziende agricole (tipo intervento 4.1.1) sono disponibili 35,5 milioni di euro (di cui 13,5 riservati ad interventi per il risparmio irriguo). Stanziati anche 19 milioni di euro per l'attivazione del “Pacchetto giovani” che prevede anche 1,5 milioni di euro per la diversificazione aziendale, oltre al premio di primo insediamento (tipo intervento 6.1.1) che attiva risorse per 14 milioni di euro destinate al sostegno di 350 nuovi giovani agricoltori.

Altri 11 milioni di euro sono destinati al sostegno degli investimenti di diversificazione delle attività da parte delle aziende agricole (intervento 6.4.1).

Infine c'è il bando per gli investimenti in ambito agricolo mirati alla riduzione delle emissioni, recuperando le risorse residue non utilizzate nel bando precedente. Le risorse stanziate ammontano a 1 milione e 88mila euro, esclusivamente per investimenti strutturali ed impianti per lo stoccaggio, il trattamento e la gestione dei reflui aziendali, comprese le strutture realizzate con tecnologie volte alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Per la presentazione delle domande sono previste diverse scadenze - che variano in relazione alla tipologia di intervento - comprese tra il 10 marzo 2020 e il 24 aprile 2020.

Cresce ancora l'agriturismo italiano: quasi 1,4 miliardi di fatturato 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.